Altro

FotoGallery
Gueskbook
Contatti


IN EVIDENZA



Vivi la Riserva

[PROGRAMMA]

Alla scoperta del Bosco

[PROGRAMMA]

Dal Passato al Presente

[PROGRAMMA]

La Quisquina tra Ambiente e Tecnologia

[PROGRAMMA]



Link Utili











Radio Santo Stefano





Statistiche




Benvenuto

Nome di Login:

Password:




Ricordami

[ ]
[ ]
[ ]


Credits

Realizzazione tema:
MZeta

Contenuti:
Marta Moscato
&
Giuseppe Adamo

Contenuti in inglese:
Marilena Urso


Newsletter

Vuoi rimanere sempre aggiornato sui fatti dell'Eremo di Santa Rosalia alla Quisquina?


Iscriviti alla nostra NEWSLETTER
[clicca qui]


Guestbook

Vuoi lasciarci la tua opinione o un saluto?



Firma il nostro GUESTBOOK
[clicca qui]


W3C Compliance

Valid XHTML 1.1!
Valid CSS!



 

Cenni Storici

Luoghi da visitare

Fuori paese

Eventi

Come arrivare

Numeri utili

Fuori paese (Outside the town)



Tra le architetture più importanti dell’Area montana, nel cuore della Riserva Naturale “Monte Cammarata” a mille metri di altitudine è l’Eremo di Santa Rosalia alla Quisquina, sorto attorno alla prima grotta della Santuzza palermitana che vi dimorò tra il 1150 ed il 1162. Oltre alla Grotta interessante è il seicentesco Santuario, in stile barocco, con opere dei fratelli Manno, altari dei Musca e scultura marmorea della Santa di Filippo Pennino. Il convento, oggi adibito a museo, ci riporta in un lontano passato che ripercorre lo stile di vita degli Eremiti; e ancora, maestosamente allestito nell’ala della legnaia, il museo etno-antropologico comunale.

One of the most notable architectural structure in the Sicani Area, the Hermitage of Saint Rosalie at the Quisquina stands into the hearth of the Natural Reserve of “Mount Cammarata” at one thousands metres in altitude, built around the first Cave where the palermitan “Santuzza” lived between 1150 and 1162. The seventeenth-century Sanctuary is very interesting: in a baroque style, it preserves paintings of Manno, altars of Musca and the marble statue of the Saint by Filippo Pennino. The Convent is a museum today taking us to a far past into the poor life style of the hermits; moreover, a stately ethno-anthropological Museum is set into the monks’ woodshed.



La chiesetta di S. Calogero è posta sull’omonimo “pizzo”; il silenzio e l’altidudine fanno di questo un luogo particolarmente suggestivo.

The small Church of St. Calogero is situated on the” peak” with the same name; silence and altitude make very suggestive this place.


A 7 km dal centro abitato si estende l’Area Attrezzata di Buonanotte fornita di tavoli in pietra, fornelli, fontanelle e servizi igienici.

7 km far from the town is the Area Attrezzata “Buonanotte”a natural Park with stone tables, stoves, drinking springs and toilets.

Amici dell'Eremo


Render time:0.0539sec0.0123di queries.queries DB23.